Category: animali

animali liberi

macachi università

Esperimenti-torture sulle scimmie nell’Università

Read More

Atrocità

 
 

Caro Consumatore, l’estrazione di un dente senza anestesia che immagine ti evoca? A me fa pensare immediatamente a un torturatore medievale armato di tenaglie di fronte a un malcapitato, sofferente e con gli occhi spalancati di terrore.

Agghiacciante che nel 2020 una pratica simile venga effettuata ancora, non credi?

Non più come torture sugli umani, certo, ma un nostro investigatore ha filmato questa pratica in un allevamento di Reggio Emilia, i cui maiali sono destinati alla produzione di salumi a marchio Beretta.

Un’operazione illegale, in quanto il D.Lgs. 7 luglio 2011, n. 122, che detta norme minime per la protezione dei suini, vieta di effettuarla su maiali adulti. Una pratica poco diffusa, che in Italia a dire il vero è caduta in disuso anche per i suinetti fino a 7 giorni di vita, per i quali sarebbe invece ammessa.

Immagina quindi l’incredulità, il rischio, e anche il sangue freddo del nostro infiltrato, mentre con la sua telecamera nascosta documentava queste atrocità in mezzo alle urla strazianti dei maiali. Immagina il suo orrore.

Ma ne è valsa la pena: quel suo video oltre ad aver fatto scaturire una denuncia è stato recentemente trasmesso al TG1 e visto da 4,5 milioni di persone

Le nostre indagini, le più diffuse dai media italiani, rendono consapevoli i cittadini di realtà ogni oltre immaginazione, sono una scintilla per il cambiamento. Oggi hai l’occasione di scendere in campo insieme a noi e sostenerle.

 
BASTA ATROCITA’ SUGLI ANIMALI. Fermale insieme a noi
 
 
Le nostre indagini in prima serata al TG1
 
 
 

Caro Consumatore, quando un’indagine come questa viene trasmessa in prima serata Tv e vista da milioni di persone, sappiamo di essere nella giusta direzione.

Non pretendiamo di cambiare il mondo subito, ma crediamo che creare consapevolezza nelle persone sia il primo fondamentale passo per mostrare a tutti che un’alternativa è possibile, nello stile di vita, nelle scelte, nel senso di responsabilità collettiva.

È un lavoro duro, il nostro, ma ogni giorno per andare avanti e realizzare le nostre indagini, lontani da casa e in situazioni anche rischiose, ricordiamo a noi stessi i motivi per cui lo facciamo.

Per rendere visibile ciò che altrimenti verrebbe tenuto nascosto.
Per denunciare e contrastare i maltrattamenti.
Per promuovere un cambiamento concreto nelle abitudini e nei consumi.
Per mostrare la necessità di un cambiamento urgente nelle scelte politiche e legislative.

Per effettuare le nostre indagini a lungo termine e per monitorare tutti gli allevamenti che ci vengono segnalati spesso servono più investigatori, che necessitano di vitto, alloggio e trasporto per settimane, a volte mesi. Ci servono telecamere nascoste, oppure droni, e non sempre le risorse economiche sono sufficienti.

Aiutaci ad arrivare in tutti i luoghi dove si consumano maltrattamenti agli animali e a portare avanti le nostre indagini e denunce. Il tuo aiuto è fondamentale!

 
SOSTIENI LE NOSTRE INDAGINI
 
 

Caro Consumatore, immagini e video come quelli che hai appena visto parlano da soli e non sarebbero possibili senza il supporto di persone come te, sensibili alla vita e alla sofferenza degli animali.

Aiutaci a documentare e denunciare tutti gli allevamenti in cui ci vengono segnalate situazioni di maltrattamento. Aiutaci a rendere visibile la sofferenza che viene tenuta nascosta.

Insieme possiamo farcela!

 

 
SOSTIENI LE NOSTRE INDAGINI E DENUNCE

Read More

Pasqua veg

Ciao Amico ,

come stai?

Oggi passo di qui per parlarti di… cibo, ovviamente 100% veg!

La Pasqua sta arrivando e tu non sai che cosa cucinare per il tradizionale pranzo? Non preoccuparti perché ho una buona notizia: ci abbiamo pensato noi! 😌

Abbiamo chiesto ai nostri fedelissimi chef e influencer esperti in cucina vegetale di preparare le loro ricette pasquali preferite, e le abbiamo raccolte in una speciale GUIDA DEFINITIVA A UNA PASQUA 100% VEG!

Al suo interno troverai 16 gustose ricette senza derivati animali e una sezione con i consigli della nostra nutrizionista

Olive all’ascolana, lasagne, polpette, crostate… amico, non hai già l’acquolina in bocca? Io sì! 😋

Se vuoi scoprire tutte le ricette create dai nostri esperti, ti basterà compilare il form che trovi A QUESTO LINK e riceverai direttamente sulla tua casella di posta elettronica il ricettario:

 

VOGLIO IL RICETTARIO!

 

     prima che dimentichi: conosci già il nostro portale dedicato alla cucina 100% a base vegetale? Si chiama Love Veg e al suo interno puoi trovare tante ricette, testimonianze e consigli adatti sia a coloro che già seguono una dieta a base vegetale sia a chi è curioso e si sta avvicinando a questo incredibile mondo! Clicca qui per visitare il fantastico sito di Love Veg! 


A presto,

Ombretta

Image

Read More

Allevamenti

 

CAMPAGNE

 
Stop alle sofferenze negli allevamenti europei
 
Firma la petizione diretta alla Commissione Europea
 
 
 

Caro amico, la scorsa settimana ti ho scritto per parlarti di No Animal Left Behind, una nuova campagna europea che abbiamo lanciato insieme a Eurogroup For Animals per sfruttare una opportunità unica di revisione delle leggi a tutela degli animali negli allevamenti, e per chiederne una modifica sostanziale.

Questa campagna è basata su 7 richieste generali, per creare un futuro migliore per miliardi di animali in Europa.

E oggi voglio parlarti della prima richiesta.

 
Corpi integri e sani
 

Nessun animale dovrebbe essere sottoposto a mutilazioni. Nessun animale dovrebbe crescere in un corpo così grande da non riuscire a reggersi in piedi. Ma miliardi di loro vivono questo dolore ogni giorno negli allevamenti europei.

Alle galline viene mutilato il becco nei primi giorni di vita.

Ai maiali pochi giorni dopo la nascita viene tagliata la coda e per i maschi c’è anche la castrazione. Senza anestesia.

Miliardi di polli crescono in modo estremamente rapido, diventando enormi in poche settimane, quando sono ancora poco più che pulcini.

Questo deve finire. Ed è la prima tra tante richieste che stiamo facendo alla Commissione europea con questa campagna.

 
FIRMA LA PETIZIONE
 
 

Oggi su Facebook e Instagram abbiamo pubblicato un breve video sulle problematiche relative a questa richiesta della campagna No Animal Left Behind. 

▶︎ Cliccando qui sotto puoi vederlo e se vuoi anche condividerlo.

 
116.5k followers
View Profile
View More on Instagram
 
206 likes
essereanimali
La prima richiesta della campagna #NoAnimalLeftBehind riguarda le condizioni degli animali negli allevamenti: come abbiamo documentato con le nostre indagini milioni di animali vivono in condizioni di sofferenza, costretti a crescere a dismisura e sottoposti a dolorose mutilazioni.

Questo deve cambiare: chiedi anche tu alla Commissione europea una revisione completa delle normative riguardo l’allevamento, il trasporto e la macellazione.
Firma la petizione link 👉 nelle storie di oggi.

📹 Tutte le immagini sono state riprese dal nostro team investigativo in allevamenti italiani.
.
.
.
.
#essereanimali #ioscelgoveg #vegan #goveg #animalfarming #dirittianimali #animalrights
view all comments
Add a comment…
 
 

Come hanno dimostrato ripetutamente le nostre indagini e quelle di altre organizzazioni in tutto il continente, le attuali leggi in materia non sono sufficienti a proteggere miliardi di animali anzi, sono un vero e proprio fallimento. E, ancora peggio, per molte specie tra cui conigli e pesci, al momento non esiste nemmeno una normativa di riferimento!

Per questo insieme ad altre 69 organizzazioni di tutta Europa abbiamo lanciato la campagna NO ANIMAL LEFT BEHIND, perché vogliamo una revisione completa della normativa europea in materia di allevamenti, trasporto e macellazione.

Tutto questo deve cambiare. 

FIRMA LA PETIZIONE DIRETTA ALLA COMMISSIONE EUROPEA

Grazie per essere anche tu una voce in difesa degli animali!

 
 

Ps: Antonella entro metà settembre l’obiettivo è raggiungere 500 mila firme in tutta Europa. Siamo sicuri di potercela fare, ma abbiamo bisogno anche di te per riuscirci: se hai già firmato condividi la petizione con i tuoi contatti sui social!

 
FIRMA LA PETIZIONE E CONDIVIDILA

Read More

salviamo gli agnelli di Pasqua

 

CAMPAGNE

 
Agnelli: tre di giorni di controlli sui lunghi viaggi verso il macello
 
Troppo spesso le normative non vengono rispettate
 
 
 

Cari amici, tra il 25 e il 28 marzo abbiamo percorso 2.500 km sulle autostrade, dal confine tra Italia e Slovenia fino alla Toscana, per monitorare le condizioni in cui vengono trasportati gli agnelli diretti al macello per il periodo pasquale.

Ogni anno l’Italia importa centinaia di migliaia di agnelli da diversi Paesi europei, soprattutto da Ungheria e Romania. Nel 2019 sono stati 773.300, circa il 33% di tutti gli agnelli macellati nel nostro Paese. 

Il viaggio verso i macelli italiani è spesso una tortura per questi animali: trascorrono fino a 30 ore stipati in camion sovraffollati, senza cibo né acqua.

▶︎ GUARDA E CONDIVIDI IL VIDEO

 
 

A pochi giorni dalla Pasqua, abbiamo deciso di svolgere un’indagine al confine tra Italia e Slovenia ed effettuare controlli

A presidiare questa rotta c’erano assieme a noi altre organizzazioni, inclusa Animals’ Angels, specializzata nel trasporto di animali. Per 50 ore abbiamo seguito i camion provenienti dall’Est Europa e documentato le condizioni di viaggio in cui sono costretti gli agnelli.  

Quattro dei camion che abbiamo seguito sono stati fermati dalla polizia, due di questi multati per spazio insufficiente e sistemi di abbeveraggio non idonei. Le sanzioni ammontano a 1300 e 3000 euro.

 
 

E quelli che abbiamo scoperto, non sono casi isolati.

Pochi giorni fa, un camion proveniente dall’Ungheria fermato sull’A13 Bologna-Padova ha ricevuto una multa di 15.000 euro perché trasportava agnelli in condizioni limite, ed è notizia di ieri che un altro trasportatore di agnelli è stato multato per 5.000 euro dalla Polizia stradale nei pressi di Altedo (BO). 

In ogni caso si parla di cifre irrisorie se paragonate al guadagno che sta dietro un carico di agnelli nel periodo pasquale.

Come denunciato nel corso degli ultimi anni da diverse organizzazioni, tra cui Animals’ Angels, la seppur minima normativa di riferimento, viene frequentemente infranta.

Con questa attività d’indagine, abbiamo voluto dare il nostro contributo alle campagne portate avanti da diverse organizzazioni europee per fermare i lunghi viaggi che gli animali devono sopportare.

 
Quest’anno a Pasqua #IoNonLoMangio
 
 

Ogni anno in Italia vengono macellati oltre 2 milioni di agnelli, di cui 300 mila solo a ridosso delle festività pasquali. Vengono strappati alle loro madri ancora cuccioli e spesso sottoposti a forte stress e dolore prima di finire al macello

Vengono uccisi perché lo dice la tradizione, ma chi dice che le usanze non possono cambiare? 

Caro amico,unisciti anche tu alla nostra campagna #IoNonLoMangio e scegli un menu pasquale senza crudeltà!

 
 

Ps:  vuoi dei consigli per un pranzo di Pasqua gustoso, facile da preparare e senza crudeltà sugli animali? Scarica il menu che abbiamo creato insieme a Francesca Militello!

Read More

Essere Animali

L’Anfiteatro Marittimo Berico è situato sui colli Berici, sopra l’antichissimo Grande Lago di Vicenza, in una famosa zona Archeologica. Franco Von Rosenfranz lo aveva amorevolmente restituito ai cittadini con l’aiuto del Guru dell’Archeologia mondiale, classificatore dell’Anfiteatro, prof Maurizio Tosi; rifiutava quindi di cementificare una millenaria pagina di Storia Veneta, respingendo il ricatto di pagare una troppo onerosa tangente “istituzionale”. Franco von Rosenfranz è stato allora IGNOBILMENTE DIFFAMATO,SENZA AMMISSIONE DI PROVE E PERIZIE, infine condannato per “abuso edilizio”. Non Basta!! SCOPERTE, dopo la condanna, le complicità nelle falsificazioni utilizzate per incriminarlo. VOGLIAMO IL GIUSTO PUBBLICO PROCESSO, oltre che la revisione dello stesso. E’ inammissibile che un innocente vada in galera, al posto degli organizzatori di questo complotto “all’italiana…” Fino a prova contraria: l’Anfiteatro Berico delle Querini, sul Grande Lago di Vicenza,IL PIU’ ANTICO DEL NORD ITALIA, descritto per i suoi rinvenimenti archeologici, dall’età del Bronzo è sempre esistito. A chi giova nasconderlo, infamarlo, inquinarlo, cancellarlo dalla Storia d’Italia?? AIUTACI A DIFFONDERE QUESTA PETIZIONE per far conoscere la verità e per difendere questo Patrimonio culturale- turistico-sociale. COMITATO PER LA RINASCITA DELL’ANFITEATRO MARITTIMO BERICO

Read More
Il nostro
sito Web utilizza i cookie e quindi raccoglie informazioni sulla tua visita per migliorare il nostro sito Web (analizzando), mostrarti i contenuti dei social media e annunci pertinenti. Consulta la nostra pagina  per ulteriori dettagli o accetta facendo clic sul pulsante "Accetta".

Cookie settings

Below you can choose which kind of cookies you allow on this website. Click on the "Save cookie settings" button to apply your choice.

FunctionalOur website uses functional cookies. These cookies are necessary to let our website work.

AnalyticalOur website uses analytical cookies to make it possible to analyze our website and optimize for the purpose of a.o. the usability.

Social mediaOur website places social media cookies to show you 3rd party content like YouTube and FaceBook. These cookies may track your personal data.

AdvertisingOur website places advertising cookies to show you 3rd party advertisements based on your interests. These cookies may track your personal data.

OtherOur website places 3rd party cookies from other 3rd party services which aren't Analytical, Social media or Advertising.